Home              Chi siamo        Dove siamo        Contatti        Iscrizioni        La nostra storia     


dal 12/9/2010


CHI SIAMO
Una breve presentazione e lo Statuto dell'Associazione


La vita è un libro, del quale non ha letto
che una pagina sola chi non ha visto
che il suo paese natìo.
- Filippo Pananti -
L'Associazione Campeggiatori Turistici d'Italia (A.C.T.I.) di Chivasso nasce nel 1990, per volontà di un gruppo di campeggiatori (che in buona parte forma ancora oggi il gruppo dirigente), associazione senza fini di lucro ed affiliata alla Confederazione Campeggiatori.

Organizzando viaggi e raduni in diverse località, l’Associazione si propone di promuovere il turismo itinerante sia all’interno del territorio nazionale che oltre confine, creando momenti di aggregazione per tutte quelle persone che hanno scelto questa forma di turismo culturale, paesaggistico, gastronomico,ecc.

I Soci al 26 novembre 2018 sono 193



Il Consiglio di Amministrazione dell'associazione, rinnovato il 7 febbraio 2014 dall'Assemblea Generale dei Soci è così composto:

Presidente CIGLIUTI Lino
Vice Presidente ESPOSITO Domenico
Segretario MANGIAPIA Piero
Tesoriere RAVAGNANI Paolo
Consiglieri BOLOGNA Ermenegildo, CORRADIN Piero, DI TELLA Alfredo, FATTINELLI Arturo, LIONELLO Maurizio, ROMANO Daniele
Collegio dei revisori dei conti BUFFA Attilio, TODINI Luca
Collegio dei probiviri MAIOLO Giuseppe, MOZZATO Giorgio
Coordinatore Gruppo Giovani MOZZATO Fabio


L'ACTI Chivasso aderisce a:

CONFEDERCAMPEGGIO
Confederazione Italiana Campeggiatori, ente morale che si occupa di promuovere iniziative per un armonico sviluppo della pratica del campeggio, in qualsiasi forma ed età, nell'ambito di un corretto uso del territorio e dell'ambiente da salvaguardare. Riunisce circa 189 club, 18 federazioni regionali, oltre 21mila nuclei familiari; gestisce 1 campeggio, la rivista "Il Campeggio Italiano", edita la "Guida Camping d'Italia"curata in collaborazione con i gestori dei 2.355 campeggi italiani.
Distribuisce una propria tessera che ha valenza in tutto il mondo in quanto comprende la"Camping Card Internazional", grazie alla Federazione Internazionale del Campeggio e del Caravanning (F.I.C.C.) ed all'A.I.T. (Alleance International of Tourism).
FEDERAZIONE CAMPEGGIATORI PIEMONTESI
La Federazione Campeggiatori Piemontesi è l'espressione a livello regionale della Confederazione Campeggiatori Italiana. Raggruppa 24 Associazioni di campeggiatori, operanti sul territorio piemontese.
Tra i suoi scopi vi è la promozione e tutela dell'attività di campeggio e del turismo itinerante, favorisce l'associazionismo ricreativo e culturale fra quanti esercitano il turismo all'aria aperta e si adopera, sul territorio piemontese, per un riconoscimento e tutela delle esigenze degli utenti di tale tipologia di turismo. Intende divulgare fra i fruitori del turismo all'aria aperta la conoscenza delle tradizioni e cultura dei luoghi, coniugata al massimo rispetto ambientale.


STATUTO

ART. 1
E' costituita in CHIVASSO una Associazione denominata "ACTI-CHIVASSO" (Associazione Campeggiatori Turistici d'Italia) con sede in Chivasso (TO) via Baraggino snc., presso "Il Campus".
Essa deriva già da atto costitutivo del 13/01/1990 a rogito notaio C.A. Ferreri di Chivasso rep. 53613 racc. 3855 reg. a Chivasso il 02/02/1990 al n. 151 - S1; successivamente variato con rogito notaio Scognamiglio del 30/06/1998 registrato a Chivasso il 14/07/1998 al n. 543-S1;

ART. 2
L'Associazione "ACTI-CHIVASSO" non ha scopo di lucro, cura gli interessi generali di coloro che praticano il turismo itinerante e campeggistico, ha durata indeterminata, non può avere vincoli con partiti e movimenti politici e religiosi.

ART. 3
L'Associazione "ACTI-CHIVASSO" aderisce alla Federazione Campeggiatori Piemontesi e alla Confederazione Italiana Campeggiatori.

ART. 4
L'Associazione "ACTI-CHIVASSO" persegue i seguenti scopi:
a) promuove e coordina l'attività campeggistica collettiva ed individuale, mediante riunioni, manifestazioni, pubblicazioni, conferenze, proiezioni e altre forme di propaganda.
b) Ricerca, appresta, attrezza località adatte al campeggio ed al turismo itinerante.
c) Organizza campeggi, raduni, incontri.
d) Studia e ricerca per concedere ai soci le maggiori possibili facilitazioni nell'esplicazione dell'attività campeggistica.
e) Collabora con gli Enti amministrativi, turistici, sportivi, con le altre Associazioni campeggistiche italiane e straniere per favorire il turismo ed il soggiorno dei campeggiatori.
f) Rappresenta e difende i propri associati.
g) Svolge attività di stampa ed informazione in ogni materia inerente l'oggetto del presente statuto ed organizza viaggi a sostegno dei suoi fini e della promozione del turismo locale, nazionale ed internazionale.
h) Svolge ogni attività connessa o correlata alle attività citate, anche se non espressamente correlate.
i) Svolge ogni funzione che possa essere demandata dalla Confederazione Italiana Campeggiatori nonché dalla Federazione Campeggiatori Piemontesi.

ART. 5
Chi aspira ad ottenere la qualità di Socio deve presentare apposita domanda scritta accompagnata dalla quota sociale per l'anno in corso.
I soci hanno il diritto di usufruire di tutti i servizi dell'Associazione nonché a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa.
Le quote ed i contributi associativi sono intrasmissibili, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non sono rivalutabili.
L'adesione è a tempo indeterminato.
I soci si distinguono in:
Ordinari, Familiari, Giovani; Onorari.
Sono soci ordinari gli intestatari della Tessera Confederale. Hanno diritto al voto se maggiorenni.
Sono soci familiari i parenti ed affini del socio ordinario, con lui conviventi ed intestatari della tessera familiare confederale, godono delle stesse agevolazioni e servizi dei soci ordinari ma non hanno diritto di voto a livello locale, regionale, nazionale.
Sono soci giovani coloro che hanno una età compresa tra 14 e 28 anni e pagano la quota sociale. Hanno diritto al voto se maggiorenni.
Sono soci onorari coloro che si sono particolarmente distinti nel favorire lo sviluppo del campeggio e del tempo libero.
La nomina dei soci onorari è di competenza dell'assemblea su proposta del Consiglio di Amministrazione. Essi sono esenti dal pagamento della tassa sociale e godono di tutti i benefici previsti per gli altri soci.

ART. 6
La qualità di socio si perde:
a) per dimissioni inviate a mezzo di lettera raccomandata entro il 31 ottobre di ogni anno.
b) Per radiazione pronunciata dall'assemblea per inosservanza dello statuto e delle deliberazioni sociali o per gravi motivi.
c) Per cancellazione.
L'avvenuta radiazione del socio gli verrà comunicata per iscritto e potrà essere resa nota ai Soci e trasmessa alla Federazione ed alla Confederazione.
Contro la radiazione il socio può ricorrere al Collegio dei Probiviri entro il termine di trenta giorni.
La cancellazione avviene in conseguenza di mancato versamento della quota sociale.

ART. 7
Organi dell' "ACTI-CHIVASSO" sono:
a) Assemblea Generale dei Soci
b) Presidente
c) Consiglio di Amministrazione
d) Collegio dei Revisori dei Conti
e) Collegio dei Probiviri

ART. 8
L'Assemblea è formata dai soci ordinari e soci giovani maggiorenni. Ciascun socio ha diritto ad un voto e può farsi rappresentare da un altro socio. E' ammessa una sola delega.
L'Assemblea si riunirà almeno una volta all'anno e comunque entro il 30 giugno per:
a) approvare i bilanci preventivo ed esecutivo, nonché la Relazione del Consiglio sull'andamento dell'Associazione.
b) Eleggere il Presidente, i membri del Consiglio di Amministrazione, il Collegio dei Revisori dei Conti, il Collegio dei Probiviri, con le modalità disposte dallo Statuto e dal Regolamento della Confederazione Italiana Campeggiatori e i delegati in seno alla Federazione Campeggiatori Piemontese.
c) Delineare gli indirizzi generali dell'attività dell'Associazione.
d) Approvare le modifiche dello Statuto e dei Regolamenti.

ART. 9
La convocazione dell'Assemblea dei Soci è indetta dal Presidente mediante avviso di convocazione spedito almeno 15 giorni prima di quello fissato per l'assemblea.
L'avviso di convocazione deve contenere gli argomenti posti all'ordine del giorno, l'ora, il giorno e mese, nonché il luogo della riunione, per la prima e seconda convocazione; quest'ultima deve avvenire almeno un'ora dopo e non oltre dieci giorni la prima e nello stesso luogo.
L'Assemblea è validamente costituita, in prima convocazione, con la maggioranza dei suoi componenti; in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti aventi diritto.
Tutte le delibere sono prese a maggioranza dei presenti.
L'Assemblea si riunisce in seduta straordinaria con le stesse modalità di convocazione della seduta ordinaria e delibera alla presenza di almeno i ¾ dei suoi componenti a maggioranza dei presenti.

ART. 10
I componenti il Consiglio di Amministrazione durano in carica tre anni e sono rieleggibili.
Esso è composto dal Presidente eletto dall'assemblea e dai Consiglieri eletti dall'Assemblea con le modalità stabilite dallo Statuto e Regolamento Confederale.
Il numero dei componenti il Consiglio varia da un minimo di tre ad un massimo di nove.
Tutti i componenti hanno diritto ad un voto e non sono ammesse deleghe.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente o in sua assenza dal vice presidente.
I componenti devono essere soci dell'Associazione (anche soci familiari) da almeno due anni.
Il presidente deve essere socio ordinario dell'Associazione da almeno quattro anni.
Non può essere eletto nel Consiglio più di un componente dello stesso nucleo familiare.
Sulle nomine delibera l'Assemblea dei soci, tra i candidati indicati dal Presidente, già all'atto della presentazione della sua candidatura.
Nell'ipotesi in cui un consigliere dia le dimissioni o non partecipi a tre riunioni consecutive senza dare giustificazione, sarà dichiarato decaduto d'ufficio e si provvederà a surrogarlo con apposita delibera.
Il Presidente può invitare a partecipare alle riunioni di Consiglio esperti di sua fiducia e il Presidente della Federazione.

ART. 11
Sono attribuzione del Consiglio di Amministrazione:
a) La nomina del Vice Presidente e del Segretario.
b) La presentazione del bilancio preventivo e consuntivo.
c) La predisposizione delle modifiche dello Statuto e del regolamento da sottoporre all'Assemblea dei Soci.
d) La predisposizione del regolamento.
e) La delibera dei provvedimenti determinanti l'attività dell'Associazione.
f) La costituzione di Commissioni tecniche.

ART. 12
Il Consiglio di Amministrazione è convocato in seduta ordinaria dal Presidente almeno quattro volte all'anno o quando vi sia la richiesta scritta e motivata da almeno il 50%+1 dei suoi componenti.
Le riunioni sono valide con la presenza della maggioranza dei membri, ogni membro ha diritto ad un voto. In caso di parità prevale il voto del Presidente.
Le deliberazioni sono adottate a maggioranza dei partecipanti e sono immediatamente esecutive anche se impugnate davanti al Consiglio dei Probiviri.

ART. 13
Il Presidente viene eletto dall'Assemblea secondo i dettami dello Statuto Confederale.
Ha la rappresentanza dell'Associazione e dura in carica tre anni.
Sono attribuzioni del Presidente:
a) la convocazione e la Presidenza del Consiglio.
b) l'adozione di tutti quei provvedimenti atti al conseguimento dei fini statutari e la vigilanza sulla esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea generale dei Soci e del Consiglio.
c) La firma, in unione a quella del segretario, per le operazioni bancarie.
In caso di assenza o impedimento, le funzioni di presidente sono esercitate dal Vice Presidente.

ART. 14
Il Vice Presidente viene eletto dal Consiglio.
Il Vice Presidente assume piene funzioni di Presidente in tutti i casi in cui quest'ultimo è assente, impedito o dimissionario. Nel caso di dimissioni del Presidente, il Vice Presidente procede alla convocazione dell'Assemblea entro 60 (sessanta) giorni per promuovere le nuove elezioni.

ART. 15
Il Segretario, nominato dal Consiglio su proposta del Presidente, segue l'attività dei vari organi delle Commissioni e dei Comitati; prepara con il Presidente i lavori dell'Assemblea e del Consiglio; redige la corrispondenza e cura l'archivio del carteggio e documenti sociali; assicura l'attuazione delle deliberazioni, cura gli affari generali ed amministrativi.
Con la firma congiunta a quella del Presidente firmerà gli assegni tratti sul conto corrente bancario, intestato all'associazione. Curerà, eventualmente con altra persona delegata dal Presidente, la chiusura della contabilità dell'esercizio sociale e stenderà il bilancio consuntivo, che sottoporrà al controllo del collegio dei revisori dei conti, con i documenti giustificativi.

ART. 16
Il Collegio dei revisori dei Conti è composto da tre membri effettivi. Durano in carica tre anni e sono rieleggibili. I revisori supplenti sono due ed entrano in carica per vacanza definitiva, di un revisore effettivo, di elezione. Ad essi è demandato il controllo e la verifica della contabilità.
In caso di vacanza del consiglio direttivo per dimissioni o altre cause, ai revisori dei conti è demandato l'incarico di convocare - entro 30 giorni dall'avvenuta vacanza - l'Assemblea generale dei soci, per deliberare sulla nomina degli organi sociali.

ART. 17
Il collegio dei Probiviri è composto da tre membri effettivi, tra cui il Presidente, e due supplenti. Dirime le controversie fra i Soci e fra il Consiglio ed i Soci. Durano in carica tre anni e sono rieleggibili.

ART. 18
Il patrimonio dell'Associazione è costituito da beni mobili ed immobili dei quali l' "ACTI-CHIVASSO" diventa proprietario per acquisti, lasciti o donazioni, come pure tutti gli altri valori di cui abbia piena disponibilità.
Le rendite patrimoniali, le quote sociali annuali, i contributi nonché i proventi comunque derivanti all'Associazione dall'esercizio delle varie attività, costituiscono le entrate disponibili per provvedere al conseguimento dei fini, in base ai bilanci preventivi approvati. All'Associazione è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'Associazione stessa a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposti per legge.
L'Associazione ha l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

ART. 19
Il bilancio preventivo ed il bilancio consuntivo sono presentati dal Consiglio di Amministrazione e sono sottoposti all'approvazione dell'Assemblea entro il 30 giugno.
L'esercizio finanziario ha inizio il 1 gennaio di ciascun anno e si chiude il 31 dicembre.
Il conto consuntivo è presentato al Collegio dei Revisori prima dell'Assemblea per il relativo controllo e stesura relazione.

ART. 20
Per deliberare lo scioglimento dell'Associazione occorre il voto favorevole di almeno i ¾ dei soci.
In caso di scioglimento, l'Associazione ha l'obbligo di devolvere il patrimonio ad altra associazione con finalità analoghe, ovvero ai fini di pubblica utilità, salvo diversa distribuzione imposta dalla legge.

ART. 21
Lo Statuto viene modificato in Assemblea convocata in seduta straordinaria, che si riunisce e delibera alla presenza di almeno i ¾ dei sui componenti ed a maggioranza dei presenti.

ART. 22
Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, valgono le norme dello Statuto e Regolamento della Confederazione Italiana Campeggiatori, lo Statuto e Regolamento della Federazione Campeggiatori Piemontesi, il Codice Civile, Libro 1, Titolo II, capo I e II. Qualora alcune norme del presente Statuto risultino in contrasto con gli Statuti Confederali e Federali sono considerate nulle.

Il Presidente

Il Segretario

____________________________

Allegato

ACTI CHIVASSO                                                      FOGLIO 45

Via Baraggino snc c/o "Il Campus - Casetta 4" - 10034 Chivasso (TO)

Chivasso, 19.11.09

VERBALE ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEL 19/11/2009

A Chivasso, il 19/11/2009, in seconda convocazione, alle ore 21,15, è regolarmente aperta l'assemblea straordinaria dell'ACTI Chivasso. L'assemblea è stata convocata dal Presidente CIGLIUTI Lino con lettera del 02/11/2009, ai sensi degli Statuti Federale e Confederale. All'assemblea sono presenti o rappresentati per delega n. 171 Soci.

ORDINE DEL GIORNO:

1 - Modifica Statuto Sociale
Il Presidente, constatata la validità dell'assemblea, ha spiegato ai presenti che le modifiche da apportare allo statuto sociale sono dettate dall'esigenza di adeguamento dello stesso agli statuti Federale e Confederale, nonché all'Art. 148 del TUIR. Dopo la lettura della bozza di statuto ai presenti e dopo discussione, l'assemblea ha approvato all'unanimità le modifiche proposte.

Non avendo altro da discutere, il Presidente chiude la riunione alle ore 22,30.

Il Presidente: Cigliuti Lino
Il Segretario: Ravagnani Paolo


A.C.T.I. Chivasso